Cromoterapia: qual è il colore per il mal di…..

colori per cromoterapiaSpesso ci si rivolge ad una materia Olistica con un approccio convenzionale, desiderando una risposta immediata e sintetica ad un argomento che non può essere generalizzato.

Ad esempio: qual è il colore da usarsi per il “mal di pancia”?

colori complementari in cromoterapia modernaNon esiste, perché non esiste un “solo mal di pancia”.

Inoltre, la Cromoterapia, pur agendo anche a livello fisico, non ha un “potere” tale da estinguere da sola il dolore di un trauma o da debellare una malattia.

Perciò, per trovare quale combinazione di colori utilizzare se si è in un momento di sofferenza, in Cromoterapia è indispensabile capire “chi è” quella persona in quel preciso momento e come reagisce man mano che si applica il colore.

Per far ciò occorre essere padroni della funzione del colore, ad esempio:

  • colori complementari elettromagnetismoil giallo espande verso l’esterno, quindi è utile per dissipare, disperdere;
  • il bianco è utile per staccare, perciò lo si può utilizzare, magari unito al giallo, per sciogliere gli attaccamenti derivati da un rapporto sentimentale finito o per un lutto;
  • il verde rivitalizza chi è stanco, ma la sua stabilità può stressare chi ha bisogno di cambiare vita;
  • per un bambino raramente è necessario il rosso, mentre è utile fornirlo ad un anziano, per stimolarne le minore risorse disponibili;
  • allo stesso tempo il rosso, associato al magenta, può essere utile ad un adolescente o ad un atleta che devono affrontare importanti cambiamenti di vita;
  • oppure, sempre il rosso, con un’azione “omeopatica” può agire su difficoltà mestruali, associandolo poi al giallo (dispersione), al verde (sedazione delle contratture), al blu (calma) ecc. a seconda dei casi.

COLORI DI LUCE cromoterapia e cromologiaLe peculiarità del colore sono interpolate con il carattere della persona, in modo da sviluppare passo passo un graduale processo di riequilibrio, non esiste una modalità prestabilita, è l’esperienza, l’attenzione ai dettagli e la sensibilità che determinano il successo di un intervento.

La stessa pianta, seminata in terreni diversi (acidi, calcarei, argillosi, umidi, pietrosi ecc.) avrà metodi di coltivazione differenti. Inoltre bisognerà tenere conto se l’annata è piovosa o secca, se l’esposizione è a sud o a ovest ecc. Così è in Cromoterapia: il colore va somministrato in sintonia per quella particolare persona in quel momento. Il bello di quest’arte è proprio l’efficacia ottenuta con l’intima sintonia con ciascuno di noi.

Home

 

FacebooktwitterpinterestlinkedintumblrFacebooktwitterpinterestlinkedintumblr
google_plusgoogle_plus

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.