Sviluppo Empatia

empatiaL’empatia è la capacità innata di “sentirsi dentro” mettendosi in armonica risonanza sia con se stessi sia con gli altri, portando le emozioni interiori e quelle percepite dal mondo esterno a convivere insieme dentro di noi.

L’empatia la si può far crescere, l’uomo per sua natura è nato per emozionarsi e per stare in relazione con gli altri.

Chi non sviluppa l’empatia è perché può essere stato “castrato” dai genitori, che l’hanno chiuso fin da bambino in una “scatola genitoriale“.

Ma con volontà, con un pensiero positivo ed un percorso adeguato, ci si può riprendere in mano la propria vita.

Purtroppo lo stimolo al cambiamento in genere avviene quando accadono un lutto, una grave malattia, un fallimento, cioè eventi che sconvolgono la vita rigida e stereotipata dell’individuo, obbligandolo a delle scelte drastiche.

Ogni volta che nella vita abbiamo il coraggio di scegliere in modo consono e armonioso alla nostra vera natura, si genera un’immagine interiore (mind made) che, vissuta con consapevolezza, si ripercuote nelle nostre azioni, nel nostro atteggiamento, nella nostra modalità di relazionarci agli eventi, provocando una reazione a catena che ci sostiene universalmente perché i progetti ideati dalle emozioni positive possano realizzarsi.

Il potenziale della persona risulta limitato perché:

Ognuno di noi ha avuto dei dolori… per non “sentire” questi dolori ci anestetizziamo Quando sei anestetizzato non senti neanche le carezze.

Giuliano Govigli (Docente UNIGE)

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr

I commenti sono chiusi