Stenografia: come si scrivono le consonanti

Video didattico tutorial di Stenografia.

Le consonanti nel Sistema Cima sono raggruppate a coppie a seconda della caratteristica e della forza del tono di voce con la quale sono pronunciate, la seconda lettera è scritta rafforzata (cioè si preme di più la biro sul foglio, dando una maggiore inchiostrazione):

  • Labiali: Pi – Bi
  • Palatali: Ci – Gi
  • Dentali: Ti – Di
  • Sottolabiali: Fi – Vi
  • Nasali: Ni – Mi
  • Sibilanti: S e Z che non contengono la “i” nel loro simbolo
  • Gutturali: Ch – Gh; in tal caso il tracciato è ascendente e la “gh” si distingue dalla “ch” perché è lunga il doppio.

Inoltre vi sono dei segni speciali:

  • L – GLi (suono palatale, dolce, come in “foglia”, e non gutturale come in “globo”) sono accoppiate, la “L” è scritta leggera, la “GLi” è scritta rafforzata.
  • QU – GU; entrambe già contenenti la “U”, la “gu” è scritta lunga il doppio della “qu”.
  • SCi” (suono palatale dolce, come in “sciogliere”) – “GN” (es. gnomo) che si scrivono in modo simile, con segni ideati apposta, distinti tra loro da un piccolo uncino.

Per sapere l’esatta forma dei simboli delle consonanti e dei segni speciali, si faccia riferimento alle “lezioni on line” già pubblicate (e linkate in fondo a questo articolo), mentre nel tutorial si possono vedere i tracciati, scritti in diretta, a biro, sul notes.

Seguiranno altri video didattici che spiegheranno qual è la scrittura delle sillabe e delle parole in stenografia.

 

 

Questo video integra le lezioni on line:

Corso on line di Stenografia Cima

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr

Leave a Comment