Astrologia psicofisica: lezione 3 – l’imprinting simbolico del parto

Le fasi del parto “naturale” sono graficamente simboleggiate nel grafico astrale e la loro localizzazione somatica rimane stabile per tutta l’esistenza. Se il parto dovesse essere podalico o cesareo, il concetto astrale resta immutato ma manca la consapevolizzazione dell’evento da parte di quell’individuo che nasce in modalità differente.

Le dodici fasi e le dodici case:

  1. La testa del feto fuoriesce dal corpo materno. L’imprinting riguarda il volto, e tutta la testa. La qualità della casa è relativa all’Ariete e il governo è di Marte (quindi energia tipicamente pulsionale).
  2. Il corpo si blocca perché le spalle impediscono la prosecuzione della fuoriuscita rapida. L’imprinting riguarda il collo. La qualità della casa è relativa al Toro e il governo è di Venere (quindi energia femminile conservatrice, gustosa e tranquilla).
  3. L’individuo deve decidere se ruotare verso destra o verso sinistra per far uscire una spalla alla volta. L’imprinting riguarda le spalle (e tutta la parte relativa al torace alto: seno, polmoni, clavicole, scapole ecc.). La qualità della casa è relativa ai Gemelli e il governo è di Mercurio (quindi energia intuitiva e logico-razionale).
  4. Il senso dell’equilibrio avverte che si sta uscendo dal mondo uterino e si è in “caduta” in un altro mondo, vi è un senso di proiezione verso il vuoto, ma anche di timore che mantiene il legame con la sicurezza del mondo precedente. L’imprinting riguarda lo stomaco, perciò il rapporto con il futuro, perché quando ci cibiamo, cerchiamo nel mondo il nutrimento che più riteniamo sia adatto per cosa vogliamo diventare (“Mangiamo quello che siamo” cit. Sapetti). La qualità della casa è relativa al Cancro e il governo è della Luna (aspetto materno).
  5. Si è giunti al “centro del centro” nel mezzo della cassa toracica, il corpo ha un equilibrio dinamico, non è ancora completamente sbilanciato all’esterno e non è più radicato stabilmente all’interno. L’imprinting riguarda il cuore, inteso anche come “ritmo della vita”. La qualità della casa è relativa al Leone e il governo è del Sole (aspetto paterno).
  6. Il passaggio irreversibile verso l’esterno è una lunga sensazione di estrazione della parte bassa addominale, contenente i visceri. L’imprinting è relativo all’intestino tenue, cioè al laboratorio alchemico in cui si elabora con meticolosa temperanza ogni processo biologico di assimilazione o espulsione. La qualità della casa è relativa alla Vergine e il governo è di Mercurio, ma con una connotazione venusiana (intuitiva femminile).
  7. Il corpo per opporsi alla sensazione di caduta cerca di contrastare con la parte posteriore della cassa toracica. L’imprinting è relativo ai reni, sede della paura ma anche della volontà (che è l’espressione terrena dell’anima). La qualità della casa è relativa alla bilancia e il governo è di Venere, ma con una connotazione pragmatica, estetica (ricerca dell’equilibrio delle forme).
  8. Quando si giunge alla zona del bacino, non vi è più nulla di “ingombrante” che possa ancora opporre resistenza all’uscita. L’imprinting è relativo all’intestino crasso e ai genitali. L’istinto prende il sopravvento, determinando la sensazione di espulsione, che può essere accettata oppure no, ma che è irreversibile (sensazione di morte). La qualità della casa è relativa allo Scorpione, governato da Marte ma con connotazione plutoniana (Dio degli inferi).
  9. Ormai si è proiettati completamente verso l’esterno, verso il futuro che si sta già concretizzando, perché si è compreso e si è assimilato il “non ritorno”. L’imprinting è relativo alla zona delle cosce (simbolo della “Magia della vita nell’Antico Egitto“). La qualità della casa è connessa con il Sagittario (vedi: “Centauro“) e il governo è di Giove. Il pensiero interiore diventa obbligatoriamente azione, proiettata verso l’ipotetico futuro.
  10. Vi è quindi l’ostacolo delle ginocchia che oppongono ancora un po’ di resistenza residua all’uscita. L’imprinting è relativo alle ginocchia ma anche alla struttura ossea nel suo complesso, cioè a tutta la resistenza del corpo fisico statico, che si oppone alla fluidità del corpo eterico. La qualità della casa è connessa con il Capricorno e il governo è di Saturno (inteso qui come il “Vecchio dei Tarocchi”, diffidente, scettico, lento, attento ma anche a corto di speranze e di vedute).
  11. Il feto è ormai fuori, resta bloccato un istante impercettibile a livello delle caviglie, per l’opposizione dei piedi (si noti come sia sempre la fase successiva a “colorare” quella precedente). L’imprinting è relativo alle caviglie. La qualità della casa è connessa con l’Acquario, il governatore è Urano. La sensazione è di non poter ancora completare ciò che si è intrapreso perché vi è qualcosa che blocca, ma si è idealmente ormai inseriti nel nuovo contesto (simbolo di rinnovamento, anche titanico e rivoluzionario).
  12. Il feto è completamente uscito dal corpo materno, anche i piedi non hanno più contatto con l’ambiente precedente, si è abbandonato per sempre l’elemento uterino materno che però mantiene ancora il suo effetto nel ricordo. Perciò l’imprinting è relativo ai piedi, la zona che nell’essere umano deve sostenere i passi della vita, le estremità che per svolgere la loro funzione (camminare) dovranno necessariamente lavorare in coppia, cercando di continuo il punto di equilibrio e stabilità (vedi: “Il potere del suono e della scrittura – lettera B“). La qualità della casa è connessa con i Pesci e il governatore è la Luna.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.