Giovanni Vincenzo Cima

Giovanni Vincenzo Cima – cartolina commemorativa Unione Stenografica Italiana

Giovanni Vincenzo Cima era nato a Verzuolo, nei pressi di Saluzzo (Cn), il 22 luglio 1893. Da ragazzo fu assunto alle Cartiere Burgo, dove gli fu consigliato di imparare un sistema stenografico. Per necessità dovette imparare un sistema geometrico inglese (Taylor) e, accorgendosi delle numerose incongruenze dovute all’adattamento di un sistema straniero alla nostra lingua, a 17 anni ideò un suo sistema di stenografia: semplice, funzionale, corsivo, professionale. Cima aveva soli 19 anni quando concluse, da insegnante, uno dei suoi primi corsi di stenografia con il suo metodo. Per valutare la potenzialità del nuovo sistema, dovette… aspettare la visita del Vescovo, perché, per allenarsi, lui spesso stenografava i sermoni del suo parroco che però non parlava abbastanza veloce! Nel giro di pochi decenni il Sistema Cima si diffuse in tutta Italia e venne ad essere inserito tra i quattro sistemi di stenografia insegnati nelle scuole pubbliche e utilizzabili alla Camera dei Deputati dagli stenografi parlamentari. Da notare che ancor oggi, il sistema che utilizziamo è lo stesso che ideò l’adolescente saluzzese oltre un secolo fa, a parte piccole imperfezioni, già corrette agli albori della sua invenzione, tutto il resto è rimasto immutato. Giovanni Vincenzo Cima, dopo la parentesi militare (fu Alpino), svolse la professione di giornalista stenografo presso la Gazzetta del Popolo di Torino. Il suo sistema è stato applicato a sette lingue estere ed è molto diffuso in America Latina. Il sistema Cima è stato usato da molti stenografi agonisti, con numerose vittorie in campo nazionale e internazionale. Recentemente è stato oggetto di studio per la decodificazione computerizzata della stenografia manuale.

Morì il 5 luglio 1968 , dopo lunga agonia, per le gravi ferite riportate in un incidente stradale avvenuto il 24 giugno 1968 in località Testona, tra Torino e Cuneo (clicca per vedere articolo: Giovanni Vincenzo Cima: l’ultima lettera dello stenografo).

Homo lux: studio e ricerca aldilà dei margini – prof. Sergio Sapetti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.