CROMOTERAPIA: qual è il colore per la pelle che scotta?

cromoterapia qual è il colore per la pelle che scottaA volte la pelle esposta al sole troppo a lungo e senza adeguata protezione può irritarsi, arrossandosi e magari irritandosi con diffuse, dolenti, piccole bolle.

L’eccesso di calore richiede l’applicazione di una tonalità luminosa fredda, ma si sconsiglia il viola (troppo vicino all’ultravioletto e più adatto per l’apparato nervoso).

In Cromoterapia moderna il Blu (Blue 255) è il colore che porta calma, sollievo e inoltre aiuta a sgonfiare, perciò lo si può applicare con luce diffusa, oppure lo si localizza nelle zone più stressanti come fastidio.

Altro colore molto utile perché porta freschezza senza essere eccessivamente invasivo è il verde (Green 255).

cromoterapia giallo diffuso blu localizzato su pelle scottataIn qualche caso ben specifico, se si nota sudorazione maleodorante, si può aiutare il corpo a ripulirsi dalle sostanze immonde, irrorando con il Giallo (Red 255; Green 255; Blue 0) in modo diffuso (non lampeggiante), e con il Blu le zone più irritate.

Ovviamente si sarà anche intervenuti con altri rimedi specifici, nel caso in cui si utilizzassero apposite creme o gel, si può eseguire una doppia applicazione:

1) 10 minuti sulla pelle senza crema o gel

– apposizione della crema fino a completo assorbimento

2) 10 minuti sulla pelle con la crema o gel

La seconda applicazione può tenere conto del fatto che a volte aumenta il prurito, in tal caso la sequenza è:

  • Blu localizzato, pulsante o oscillante sulle zone più dolenti e fastidiose – Verde diffuso.
  • Verde localizzato sulle zone più irritate al tatto e pruriginose – Blu diffuso.

Se non si possiede un proiettore per luce pulsante, si può aiutare l’applicazione con una lievissima pressione delle dita (meglio se di Pranoterapia) o con l’ausilio di un Cristallo o una pietra appositamente liscia e fresca, ad esempio in Malachite.

Cromoterapia: celeste per irritazione cutanea da ceretta

Cromoterapia: esempi applicazioni pratiche

n.b. per esigenze fotografiche la qualità di colore è stata adattata in base alle immagini riprese in ambiente scuro, perciò per le tonalità esatte fare riferimento ai codici RGB suggeriti nel testo.

Home

 

FacebooktwitterpinterestlinkedintumblrFacebooktwitterpinterestlinkedintumblr
google_plusgoogle_plus

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.